La cerimonia del tè

La procedura


Viene messa dell'acqua calda con un mestolo dentro la tazza del tè, la frusta viene sciacquata, la tazza del tè viene svuotata e asciugata con il chakin. Alzando il cucchiaio dosatore ed il contenitore del tè, il padrone mette tre cucchiaini per ogni ospite dentro la tazza. Il maestro aggiunge nella tazza acqua calda dal bollitore, usando un mestolo, in una quantità sufficiente per creare un concentrato. Poi viene aggiunta altra acqua, in modo che il concentrato possa essere mescolato e trasformato in un liquido denso come una zuppa di piselli. L'acqua dentro il mestolo non usata viene rimessa dentro il bollitore.

Tale processo viene ripetuta individualmente per ogni ospite, iniziando dal piu' importante.

Filosofia del tè

Il chanoyu, la cerimonia del tè, proviene dalla Cina ed è stata perfezionata da Sen no Rikyu nel XVI secolo in Giappone. I principi di fondo di quest'arte sono l'armonia, il rispetto, la purezza, e la tranquillità. La cerimonia combina tutte le principali arti tradizionali giapponesi, ad esempio calligrafia e ikebana. Profonda spiritualità e disciplina estetica sono fondamentali in tutte le scuole del tè; chi pratica la cerimonia cerca calma interiore ed arricchimento culturale.

La scuola Omote Senke fu fondata dal pro-nipote di Rikyu, ed e' oggi una delle scuole del tè più grandi. Le altre due scuole più seguite sono la Ura Senke e la Musha no Kochi Senke. Nella cerimonia del tè l'acqua rappresenta lo yin ed il fuoco dentro il focolare lo yang.
Per saperne di più...
Per commentare:
 
In collaborazione con
Ochacaffè è una associazione con sedi centrali a Padova e Osaka, e partner in tutta Italia e Giappone. Lo scopo dell'associazione è far conoscere l'Italia ai giapponesi e il Giappone agli italiani attraverso corsi di lingua, cineforum, incontri culturali e feste.

Collaborano con scuole di lingue, fumetterie, scuole di arti marziali, altre associazioni, enti pubblici, e chiunque sia interessato al Giappone e alla cultura asiatica in generale. Tra le attività finora proposte: corsi lingua giapponese di tutti i livelli, corso di cultura giapponese, cineforum, concerti di J-Rock, dimostrazioni di bonsai, spada e arco giapponese, calligrafia.

Inoltre, l'associazione aiuta chi vuole andare a studiare in Giappone per la preparazione dei documenti, e per la preparazione linguistica, e si operano anche per i giapponesi che arrivano in Italia, grazie all'aiuto dell'Istituto Il Mulino.
Condividi con gli amici!