La cerimonia del tè

La cerimonia ha luogo in una stanza progettata e designata per il tè, chiamata chashitsu. Di solito è sita nella casa del tè, in un luogo vicino alla residenza, oppure nel giardino. Gli ospiti sono introdototti nel machiai (sala d'attesa) dove lo hanto (assistente del padrone di casa) offre loro il sayu (acqua calda che si usa per preparare il tè).

Purificazione

Il sentiero che porta alla stanza del tè si chiama roji (sentiero rugiadoso). Qua gli ospiti si sbarazzano della polvere del mondo. Un lavabo di pietra è spesso situato di fronte alla stanza dove si terrà la cerimonia, e coloro che partecipano alla cerimonia del tè si dovrebbero lavare le mani prima di entrare.

La stanza del tè

Ogni ospite, a turno ammira, il rotolo di carta su cui può essere riportata una calligrafia o un dipinto, quindi esamina il kama (bollitore) e il focolare: il furo è quello portatile mentre il ro è quello inserito nel pavimento in inverno per riscaldare. Tutti questi oggetti vengono preparati nella loro posizione prima che gli ospiti siano salutati dal padrone di casa.

Utensili

Il chawan (la tazza del tè) dove si mette il chasen (la frusta del tè), il chakin (lo strofinaccio) che è una tela di lino decolorata e bianca, usata per asciugare la tazza, e in fine il chashaku, il cucchiaio dosatore: un sottile mestolo di bambù, usato per distribuire il matcha. L'acqua è conservata in un vaso, chiamato mizusashi.

Attrezzi per la Cerimonia

  • hishaku - mestolo di bambù
  • chasen - frusta di bambù
  • chasaku - cucchiaio dosatore di bambù
  • chawan - la tazza da tè, stile scodella, fatta a mano
Il tè servito nelle cerimonie è verde, del tipo matcha in polvere, ed esiste in infinite varianti di gusto e densità. Inizialmente veniva usato durante la meditazione, per le sue proprietà stimolanti; più tardi l'uso si diffuse anche tra nobili e samurai nelle occasioni speciali e formali, un pasto chiamato chakaiseki, che consiste in tre portate, viene servito in un vassoio con bastoncini di cedro. Viene assaporato con del buon sakè.
Per saperne di più...
Per commentare:
 
In collaborazione con
Ochacaffè è una associazione con sedi centrali a Padova e Osaka, e partner in tutta Italia e Giappone. Lo scopo dell'associazione è far conoscere l'Italia ai giapponesi e il Giappone agli italiani attraverso corsi di lingua, cineforum, incontri culturali e feste.

Collaborano con scuole di lingue, fumetterie, scuole di arti marziali, altre associazioni, enti pubblici, e chiunque sia interessato al Giappone e alla cultura asiatica in generale. Tra le attività finora proposte: corsi lingua giapponese di tutti i livelli, corso di cultura giapponese, cineforum, concerti di J-Rock, dimostrazioni di bonsai, spada e arco giapponese, calligrafia.

Inoltre, l'associazione aiuta chi vuole andare a studiare in Giappone per la preparazione dei documenti, e per la preparazione linguistica, e si operano anche per i giapponesi che arrivano in Italia, grazie all'aiuto dell'Istituto Il Mulino.
Condividi con gli amici!