I fiori sospesi dei kokedama

05-10-2012, 15:00
Non di soli bonsai e ikebana: l'arte floreale giapponese da spazio, fin dai primi anni '90, ai kokedama.

Si tratta di sfere di terriccio sulle quali prospera una pianta. Nelle città giapponesi vi sono fioristi che si specializzano nella realizzazione di queste opere.

Il kokedama trova la sua origine nell'unione di diverse tecniche tradizionali esistenti. La prima è la nearai, ovvero l'associazione di piante selvatiche su di terreno di piccole dimensioni. La seconda è la kusamono, ovvero l'uso di piante stagionali poste su di un jiita. L'ultima è quella del bonsai, ovvero la tecnica per costringere le piante a rimanere piccole.

La creazione di un kokedama è un vero piacere perché la manutenzione è ridotta, in quanto basta fare il bagno alle piante e spruzzarle regolarmente. Inoltre, non necessitano di un vaso, in quanto possono essere collocati in un vassoio ben illuminato oppure, soluzione più suggestiva, possono essere appesi con fili invisibili.

Fonte originale della notizia...


Per commentare: