Hatsune Miku, la popstar che non esiste

15-03-2012, 09:10
Una star della musica giapponese che, in realtà, è solo una voce digitale e un ologramma.

Si chiama Hatsune Miku, ed è una delle star della musica giapponese. Dopo anni di successi, si ritirò dalle scene e per salutare i fan organizzò quattro grandi concerti al Tokyo Dome City Hall.

Si tratta di un fenomeno basato sulle canzoni scritte dai fan e sull'immaginazione di un software: quindi non sbaglia mai una nota, non dimentica mai una parola, e non perde mai il ritmo. Perché è una voce generata dal computer e un'immagine digitale, un idoru, una diva digitale.

Le canzoni del suo repertorio non hanno autori precisi, sono frutto della creatività del pubblico che la segue, e che utilizzano il software della Crypton per creare brani che poi la voce sintetizzata esegue.

Le più gradite alla comunità dei fan entrano nel repertorio della cantante virtuale.

Hatsune, con i suoi spettacoli dal vivo, ha fatto fare alla sua "categoria professionale" un passo in più, mescolando la novità delle "community" via Internet con la "fisicità" olografica dei concerti nei teatri.

Fonte originale della notizia...


Per commentare: