Esser brevi è un'arte

09-12-2012, 11:30
Per chi vuol far pratica con il Giapponese scritto ma ha paura di non trovare nulla di adatto, esiste una soluzione: leggere i racconti brevi di Hoshi Shinichi. Nato a Tokyo e morto alla fine degli anni '90, ha scritto più di mille storie brevi di fantascienza. Tutte indirizzate ai bambini, e quindi semplici nel vocabolario. Alcune sono state animate, altre sono diventate manga. In questo modo ci si concentra e si può cercare di capire, aldilà delle difficoltà linguistiche. Se non sapete quale scegliere, provate a consultare le recensioni su Amazon: cercate anche sullo store Kindle giapponese.

Fonte originale della notizia...


Per commentare: