Dal punto più alto del Giappone

20-02-2012, 15:30
Salire in cima al monte Fuji rappresenta un'esperienza impagabile. Lo è ancor di più se viene fatta fuori dalla stagione turistica, e senza il supporto necessario all'avventura.

Qui troviamo l'esperienza di Massimo, studente che aveva aderito ad un programma di scambio internazionale tramite l'università.

L'obiettivo era raggiungere la cima del monte Fuji prima dell'alba, per poterla poi ammirare dalla massima altezza. Informandosi, capirono che a ottobre cnon avrebbero ricevuto assistenza in quanto la stagione turistica era terminata in agosto. I rifugi ad alta quota erano inoltre tutti chiusi. Come attrezzatura, solo scarponi comodi (ci sono salite molto ripide ma ben tracciate ed alcuni scorci rocciosi dove è una buona idea procedere aiutandosi anche con le mani), luce notturna da mettere in testa e indumenti impermeabili. Per sicurezza si può anche pensare di portare un cambio degli indumenti. La temperatura alla cima, in autunno, è intorno allo zero ma d'estate può toccare anche i sei gradi centigradi.

Fonte originale della notizia...


Per commentare: