Dal Giappone nuove scoperte sul DNA

25-05-2012, 12:00
Una ricerca, condotta in collaborazione con il Riken Omics Science Center di Yokohama in Giappone, rappresenta un importante chiarimento verso la comprensione delle patologie tumorali: scoperta una nuova classe di RNA non codificanti, responsabile della risposta cellulare di danno al DNA.

Le cellule, sottoposte di continuo a situazioni che ne danneggiano i cromosomi, sono anche in grado di accorgersene e di risolvere la situazione.

Grazie a un meccanismo sentinella, che avvisa la cellula che il DNA è danneggiato, si bloccano tutte le attività fino alla risoluzione del problema.

Questa è la risposta più efficace alla proliferazione di cellule avente un codice genetico compromesso. La prima linea di difesa contro le formazioni tumorali e l'invecchiamento cellulare.

La ricerca ha svelato un passaggio chiave del processo di blocco, e i ruolo da protagonista lo ha un piccolo RNA battezzato DDRNA che, trascritto a partire dal punto della lesione, segnala sia il danno che la risoluzione.

Fonte originale della notizia...


Per commentare: