L'antica matematica giapponese

20-10-2012, 11:00
Se pensate che la matematica sia noiosa, dovreste fare la conoscenza con i sangaku.

Si tratta di una antica tradizione giapponese, che vede l'iscrizione di teoremi o problemi geometrici su tavolette di legno, offerti quindi nei santuari scintoisti o in templi buddisti, durante il periodo Edo.

Poiché erano scritte in un alfabeto assai erudito (kanbun), ben pochi erano in grado di accedere alla loro conoscenza. A volte, poi, si trattava di vere e proprie sfide tra scuole, e la prima raccolta la dobbiamo a Fujita Kagen, un matematico giapponese di rilievo.

Poiché, poi, era proibito qualsiasi contatto con la cultura straniera, alcune soluzioni per determinati problemi sono state ricavate da procedimenti diversi da quelli in uso presso la matermatica occidentale.

I sangaku rappresentano, quindi, non solo un enigma interessante ma anche l'ultima testimonianza dell'originale matermatica giapponese antica.

Fonte originale della notizia...


Jessica Nonnato ha scritto:
Bello! Io fatto la verifica di matematica proprio oggi...
Creeeeeeeeeeeeeedo proprio che mi ci appassionerò di più xD ╰☆╮
Matilda Bottos ha scritto:
*-*
Federica Lucente ha scritto:
La cosa è interessante *.*
Per commentare: